Stefano Zamagni all’evento online, lunedì 18 ottobre, per la presentazione della decima edizione della Scuola Internazionale di Management della Pastorale Creativa, dedicata all’economia del dono e al “ Bene fatto bene”

La scuola partirà l’8 novembre a Roma con lezioni in presenza e a distanza: un progetto promosso da Scholas Occurrentes, Confcooperative Emilia Romagna e la CREATIV E-Academy.

Sarà l’intervento del presidente della Pontificia accademia delle scienze sociali, il prof. Stefano Zamagni, il cuore della presentazione che si terrà in diretta Facebook dalle ore 17 di lunedì 18 ottobre.  

Il noto economista ed accademico è apprezzato in tutto il mondo per i suoi studi in materia di economia sociale ed il forte impegno per il terzo settore e risponderà ad alcune domande strategiche: “Cosa significa parlare di sostenibilità integrale e carismatica? A livello organizzativo le realtà ecclesiali dovrebbero cambiare? Come? Dopo l’esperienza della pandemia, di che cosa la Chiesa dovrebbe far tesoro e che cosa invece dovrebbe lasciarsi alle spalle?”.

Insieme al prof. Zamagni interverranno Francesco Milza, Presidente Confcooperative Emilia Romagna, Pierlorenzo Rossi, Direttore Confcooperative Emilia Romagna, Giovanni Teneggi, Resp.le per la promozione della cooperazione comunitaria Confcooperative, Giulio Carpi, Direttore della Scuola e docente, Mario Del Verme, Coordinatore Sport Scholas Italia, Alessandra Graziosi, Coordinatrice Scholas Italia, Cristian Li Pira, Coordinatore della Scuola e docente, Lara Montanari, Coordinatrice scientifica e docente e Don Franco Finocchio, Coordinatore scientifico e docente.

Sarà un’occasione strategica, aperta a tutti, per approfondire gli scenari, la visione, i partner, gli obiettivi, i contenuti, il metodo, l’équipe formativa, il calendario delle lezioni (e molto altro ancora) in un evento live trasmesso dalla sede regionale di Bologna di Confcooperative.

La Scuola Internazionale di Management della Pastorale Creativa nasce per rispondere alle ineludibili trasformazioni in corso: il continuo e radicale mutamento del contesto sociale, economico e culturale e il progressivo e apparentemente inevitabile processo di secolarizzazione in atto che si concretizza in molteplici difficoltà che le comunità ecclesiali affrontano quotidianamente.

Il percorso è suddiviso in moduli formativi che avranno inizio l’8 novembre 2021 e termineranno a luglio 2022 per un totale di 130 ore di formazione in blended learning: 55 ore in presenza a Roma in 3 esperienze intensive e 90 ore a distanza, sia in modalità sincrona che asincrona, attraverso un’aula online accessibile a ogni studente. Il piano di studi prevede un percorso base, l’elaborazione finale di un project work, la specializzazione e un’esperienza residenziale opzionale. La Scuola vuole promuovere la massima partecipazione e prevede speciali condizioni che agevoleranno le iscrizioni così come saranno possibili riconoscimenti e sostegni ai project work che saranno realizzati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *