Filiera a Km0: dall’Edizione del Sud Levante un project work candidato all’innovazione nazionale

“Ricreare il Bene comune”, questo il titolo dell’edizione del Sud Levante della Scuola di Management Pastorale conclusasi a Cisternino il 13 Dicembre dello scorso anno e che ha visto una significativa partecipazione di studenti i quali hanno, con i propri project work, voluto dare un effettivo contributo alla crescita ed allo sviluppo della Valle d’Itria.

È di questi giorni la notizia che riguarda una studentessa della Scuola, Liliana Saccani, la quale, con un progetto dal titolo “Legumi per il futuro. Il turismo sostenibile come motore di inclusione sociale e salvaguardia della biodiversità”, è stata candidata dal Comune di Cisternino, che ha molto apprezzato il project work, all’ottenimento di un finanziamento da parte del fondo Health Marketplace della Regione Puglia.

Il progetto è incentrato sul recupero del suolo rurale abbandonato, sulla riscoperta di semi autoctoni e sulla partecipazione attiva della cittadinanza nella cura del territorio, l’idea progettuale vuole realizzare l’integrazione di tutte le componenti sociali del territorio inserendo la filiera nell’ambito del turismo sostenibile enogastronomico che diventa motore di sviluppo economico locale e di inclusione sociale.
Questo percorso testimonia che le idee progettuali sviluppate all’interno delle Scuole di MP non si esauriscono con l’esame finale ma continuano ad accompagnare i corsisti e le loro comunità d’appartenenza in un percorso virtuoso di crescita che porta a fare sempre meglio il Bene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CONTATTACI