Ricreare la casa comune

RICREARE UNA CASA COMUNE: GLI STUDENTI DELLA SCUOLA DI MANAGEMENT PASTORALE INVENTANO BEST PRACTICE PER LA PUGLIA

Nella splendida cornice dell’Oratoria Salesiano S. Giovanni Bosco di Cisternino, la scorsa settimana, gli studenti dell’edizione del Sud Levante della Scuola Internazionale di Management Pastorale hanno tenuto la presentazione ufficiale del proprio PW.

L’edizione ha costituito un nuovo progetto formativo della scuola perché nata dalla sinergia tra enti pubblici (Comune di Cisternino, Comune di Locorotondo ed altri comuni della Valle D’Itria) e religiosi (Diocesi di Conversano-Monopoli; Ispettoria salesiana dell’Italia Meridionale; TGS e Figlie di Maria Ausiliatrice).

Ed i project work realizzati hanno tenuto fede allo slogan di questo percorso: ““Ricreare il bene comune: percorsi formativi per servire bene costruendo il Bene”, partendo dal territorio come “casa comune” di cui prendersi cura (nello spirito della Lettera enciclica “Laudato sì” di Papa Francesco), che vuole costituire un modello di best practises.
Per rilanciare a livello internazionale una terra affascinante, ricca di bellezze naturali e paesaggistiche, ma nel rispetto dell’ambiente e della positiva interazione dell’impresa turistica con la comunità locale ed i viaggiatori, secondo quell’equilibrio che trova espressione nella tutela del Creato di cui parla il Santo Padre.

Alcuni percorsi concreti sviluppati dai PW:

– “Legumi per il futuro”. Un progetto ampio ed approfondito, che parte da un’accurata conoscenza del territorio e del tessuto sociale e mira ad attuare una filiera a KM zero che parte dal recupero di terreni in disuso e di antiche colture, per arrivare ad incentivare il turismo enogastronomico locale.
– Dalla passione per la tradizione e la cultura locale e la presenza all’interno dell’ambito del commercio e del turismo nel PW: “Vivilo con i miei occhi: cittadini di Cisternino uniti per avvicinare un visitatore esterno alla vera vita di paese”.
– “Racconti digitali. Un’idea per favorire l’incontro intergenerazionale”.
– “Agrinido Mamma Margherita”, una proposta di un progetto educativo che si inserisce nelle proposte dell’Opera Salesiana che ha sede nell’Oratorio di Corigliano d’Otranto per valorizzare i terreni dell’opera realizzando il primo Agrinido Pugliese che incarna inoltre i valori salesiani .
– Da parte dell’ufficio per la pastorale dei migranti un progetto finalizzato alla creazione di una cooperativa agricola con caratterizzazione sociale.
– “Musicapp” una piattaforma social dedicata al panorama musicale classico che nasce dalla necessità di voler integrare la tecnologia e le risorse comunicative in un panorama nazionale complesso
– “Afferra la mia mano: un’opportunità per giovani a rischio e per anziani soli. Per promuovere un processo intergenerazionale di altà complessità, che metta in rete le tipiche Masserie del territorio, le associazioni di volontariato e soprattutto i giovani più svantaggiati
– “Lo sportello dei sogni”: una idea progettuale che cerca di delineare una modalità per sostenere i sogni e le speranze dei giovani pugliesi, in particolare per coloro che hanno perso le speranze e rientrano attualmente nella sezione dei NEET.