Diplomi alla prima edizione Scuola di Management Pastorale: i “nuovi progetti di speranza” realizzati dai corsisti

15

Conclusa la prima edizione della Scuola Internazionale di Management Pastorale

Lunedì 23 maggio è giunta al termine la prima edizione della Scuola Internazionale di Management Pastorale. Nel corso della giornata, presso l’aula Pio XI della Pontificia Università Lateranense, i 27 corsisti,  provenienti dalle più importanti diocesi italiane e da diverse parti del mondo – Venezuela, Perù, Austria e Slovenia –  hanno presentato e discusso i loro projects work – realizzati al termine della Scuola mediante i nuovi strumenti appresi nel corso delle lezioni – davanti alla Commissione di valutazione presieduta dal dottor Giulio Carpi, direttore della Scuola di Management Pastorale, e composta dai docenti e dai tutor della Scuola e dal dottor Gian Luigi Contin, consulente manageriale, Mons. Roberto De Odorico, segretario generale della PUL, Don Mirko Integlia, segretario particolare del Rettore della PUL e dalla Dottoressa Chiara Ammenti, legale dell’Università Lateranense.

Carichi di emozione, i corsisti hanno illustrato nel dettaglio i loro progetti, come la creazione di un Centro Medico Parrocchiale con la finalità di creare una rete d’aiuto medico-assistenziale ad una comunità parrocchiale in Venezuela, una rete tra congregazioni per sostenere e accompagnare i religiosi usciti o dismessi dallo stato religioso, la ristrutturazione di una “Casa del Pellegrino” in Slovenia per la creazione di in un centro di educazione, di cultura e di spiritualità, microcredito per le parrocchie in difficoltà nella zona di Napoli, percorsi di fraternità per famiglie e studenti universitari, la realizzazione di un centro in una Parrocchia del Perù per favorire l’annuncio della Buona Novella e l’aggregazione giovanile.

Sono solo delle azioni che i vari progetti presentati mirano a realizzare nelle rispettive realtà ecclesiali e territoriali di ciascun corsista e che potranno aiutare la Chiesa a fare bene il bene.

Il desiderio di fondo di ciascun partecipante infatti, unito alla professionalità degli strumenti acquisiti nel corso delle lezioni, ha fatto sì che i progetti presentati possano diventare nel breve periodo delle concrete “occasioni di speranza” per la crescita delle singole realtà territoriali e ecclesiali e luoghi per l’annuncio della Parola di Dio nelle “periferie” dell’umanità.

Nel pomeriggio, il Rettore della PUL, S.E.R. Mons. Enrico Dal Covolo ha tenuto un discorso ufficiale a conclusione del Master, ringraziando i partecipanti ed il corpo docente per questa esperienza di grande eccellenza che aiuta i sacerdoti e i laici a garantire una buona e trasparente gestione delle risorse materiali ed umane.

La giornata si è conclusa con un momento di fraternità e un brindisi finale. Ma per i “neo specializzati” in Management pastorale l’avventura non finisce qui: sono in cantiere nuovi appuntamenti e incontri di formazione post-master che verranno presentati nei prossimi mesi.

Blog Attachment